Più recenti

Parallelepipedo

Un'immagine dai contorni pregiudicati, in una serie di giornate in cui c'è il più grosso dei problemi: pensare. Una pasticca di antibiotico per chi fa colazione in ritardo o è rimasto bloccato nell'androne del frigorifero o ancora le spalle all'angolo, perché c'è chi sa andare fuori di testa restando molto dentro. Basta accavallare le gambe se è troppo piccolo.

Resti di Navi, di Paul Klee.jpg
Pozzanghera Escher.jpeg
L'entropia delle date di scadenza un anno dopo

Ogni momento conclusivo deve confrontarsi con il grado di disordine che ha mutato la situazione precedente. Questo righe sono calore: l'unico evento capace di mostrare quello che viene prima e quello che viene dopo.

I 5+5 libri per l'estate da (ri)scoprire

5 classici e 5 romanzi di questi giorni per godere del vuoto temporale che è l'estate e recuperare quello che abbiamo perso: da Le onde di Virginia Woolf a L'animale che mi porto dentro di Francesco Piccolo! Andate a (ri)scoprirlo!

Libri estate.jpeg

Pellicole 

I predatori copertina.jpg
Alla ricerca della libertà. «I predatori» di Pietro Castellitto

L'esordio di Pietro Castellito con I Predatori, comunque la si pensi, è folgorante, stupisce. È arrabbiato, cinico, generazionale, ed è sopratutto immerso nei contorni apparentemente meno prossimi del reale, alla ricerca di un'idea di libertà. Una pellicola da vedere, per il presente continuo in cui viviamo, per il rapporto con i nostri genitori, e per la colonna sonora. 

Racconti 

Solstizio e alprazolam 

Basta buttare qualche parte del proprio corpo molto lontano senza volerla più indietro. È un gioco di specchi, di elastici rotti e di pasticche per chi è malato di possibilità. Questa storia è per chi si prepara a dire sottovoce un ritornello, per chi ha delle ricette che non ha mai consegnato, per chi si ricorda le cose il giorno dopo e per chi ama ciò che non succede. 

Convergenza di Pollock.jpg

Bustine di zucchero

Lettera dal Carrefour h24 che non fa più h24

 

 

Le Bustine di zucchero non si intendono di virus, ma sanno che il sapore agrodolce della malinconia è l'unica pozione contro il dolore di quello che manca. Allora, tra i supermercati e i traguardi, ci si mescola alla libertà altrui, allontanandosi da se stessi, per respirare di nuovo una volta tornati indietro.

Seguici su Instagram

@igpossibilia
Seguici
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon

Tutti i marchi, loghi, sigle, brand, immagini non esplicitamente appartenenti a possibilia.it sono dei rispettivi proprietari.

 

È vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

©2017 www.possibilia.it - tutti i diritti sono riservati. 

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram