• Possibilia

Mi sono trovato senza gravità prima dell’esame di linguistica storica


Composizione n. VIII, di V. Kandiskij

Dormo poco quando la notte inizia. I nei sulla tua schiena toccano il mio stupido modo di raccontare. Per dimenticare, insultare, fumare senza farmi del male. Le ragazze le porto a letto anche senza poesia, mentre pulisco il cuore.


Stringimi. In un viaggio lunghissimo. Vai a Piazza del Popolo e sali i gradini del Pincio. Si sente l’odore dei limoni che si conserva nel palmo della carne morbida.

Ho contato tutti i granelli di quarzo della sabbia di Cala Violina. Ci sono giorni in cui metto in ordine la mia confusione. Dimmi come uscire. Sbatti le mie fragilità e bruciale. Poi mi addormento con te.

Una volta ho comprato del crack anche se avevo chiesto solo del fumo. Sono tornato dal ragazzo con un deodorante spray nascosto nei pantaloni. Credo irriti gli occhi. Sarebbe tutto più semplice se avessi qualche certezza. Prometto che ti chiamerò da un taxi, perché la bellezza che tento di addomesticare implode come la fuliggine negli angoli. È l’erba sotto il taglierba. Ma tu non ti preoccupare, vivo dondolando. È solo un altro nonostante da scegliere.

Una notte ero talmente ubriaco che mi sono pisciato addosso. Non l’ho detto a nessuno perché non c’era nessuno. La maschera della vergogna è la timidezza dell’arrogante. In ogni caso, la fricativa laringale ha cambiato la storia della linguistica moderna.

Ridi. Rido. Vaffanculo. L’esperienza di un sentimento ruvido e rubato. Da qualche parte, nei cocci dell’alta tensione.


Seguimi: capelli biondi, occhio blu. Braccia sottili, mi ha appena servito un cappuccino e un cornetto alla crema. Non mi sveglio nel letto di nessuno. Eppure mi chiedo chi vincerà. Mio nonno lo ripete spesso, quando d’estate dormo a casa sua e guardiamo pugilato fino alla mattina. Destro, gancio, jab. Una lotta. L’allegoria della vita la chiama. Che bella parola, di quelle del nipote che studia lettere e legge chi scopava certamente troppo poco.

Chiamami al 345 606 8117. Rispondo dopo ore. Ma senza gravità, ho voglia di restare.

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
Seguici
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon

Tutti i marchi, loghi, sigle, brand, immagini non esplicitamente appartenenti a possibilia.it sono dei rispettivi proprietari.

 

È vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

©2017 www.possibilia.it - tutti i diritti sono riservati.