• Possibilia

La fragilità delle «Persone normali» di Sally Rooney


Sligo (Irlanda)

«Le persone riescono davvero a cambiarsi a vicenda», e il "segreto" è caderci, ritrovarsi nel cambiamento, senza averlo indotto o provocato. Persone normali di Sally Rooney - l'ultimo arrivato tra i Supercoralli Einaudi per la traduzione di Maurizia Balmelli - è tutto qui: nella storia d'amore fra due anime sole, che nell'evolversi della loro esistenza si domandavano dapprima come poter essere persone normali, e poi come fuggirne.


Quello della Rooney è un romanzo che chiede al lettore fedeltà e rappresenta - come Parlarne tra amici (Einaudi, 2018) - un sapido e brillante spaccato del dialogo e della relazioni soprattutto fra i giovani d'oggi; quel momento, quella «strana età in cui la vita può cambiare enormemente per delle decisioni minime» (pag. 211).

Persone normali, sopratutto nel primo sviluppo dell'intreccio, infastidisce, per la sua concretezza violenta, vorace e inappellabile. Che determina il metro su cui oscilla gran parte della trama: la vergogna. A cui è legata l'indagine sulle fragilità maschili, benché la struttura ellittica e la terza persona sembrano ruotare concentricamente i due protagonisti Marianne e Connell. Come anche il primo romanzo della scrittrice irlandese seguendo la falsariga del Fitzgerald di Tenere è la notte.



Così il sesso - che troppo spesso corre di pari passi con la vergogna - è evento essenziale di radicalizzazione della libertà personale. È simbolo e al contempo segno; ancor più dirimente e significativo se immerso nel contesto irlandese. E a questo - neanche troppo sommessamente - si allaccia un'indagine sulla caratterizzazione accademica letteraria in sé: «sa bene che gran parte degli studenti di lettere vede i libri essenzialmente come un mezzo per apparire colti» (pag. 201). In poche parole la Rooney sembra proprio sostenere che il più grande rischio per chi studia letteratura, e chi ne scrive, o chi la fa, sia proprio quello farlo da letterato.


Sally Rooney

Normal People è un romanzo sull'oggi, sull'amore d'oggi, che, un po' come facevano i maestri americani dagli anni settanta in poi, fa parlare i personaggi, ci ruota attorno, senza mostrare mai cosa sia, ma esemplificando ciò che resta e cambia. Talvolta, proprio le persone.

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
Seguici
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon

Tutti i marchi, loghi, sigle, brand, immagini non esplicitamente appartenenti a possibilia.it sono dei rispettivi proprietari.

 

È vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

©2017 www.possibilia.it - tutti i diritti sono riservati.