• Possibilia

Quando la fine arriva troppo tardi. L'ultima stagione di «Tredici»



Il problema della quarta (e ultima!) stagione di Tredici è anzitutto la stagione che la precede. Quest'ultima stagione certifica - se qualcuno ancora ne dubitasse - che la vicende dei ragazzi della Liberty High dovevano concludersi con i tredici episodi iniziali, o, al massimo, con quelli della seconda stagione. Che - per quanto già fosse evidentemente come il nucleo fondante della storia tendesse a essere stravolto - essa manteneva una sua coesione interna e, cosa più importante, rappresentava davvero un funzionale evoluzione della storia. In questo senso la criticità più rilevante di Tredici 3 era proprio quella di stravolgere lo show; o meglio: Tredici 3 non centra nulla con le due stagioni precedenti (per quanto dia degli ottimi spunti, come la magistrale interpretazione di Justin Prentice alias Bryce Walker).


Tredici 4 riesce nell'impresa di attestare il fallimento su ogni fronte: su tutto, una narrazione inconsistente che non si è mai ripresa dall'abbandono del format originale delle famose 13 cassette. Ma, attenzione, va ribadito come il problema non stia nella volontà di cercare una possibile evoluzione della trama (giustissimo e legittimo), quanto invece nella creazione di qualcosa di completamente differente da ciò che Tredici era: un teen drama (quasi) mai visto, con un rara capacità nel trattare tematiche si conosciute ma non adeguatamente raccontate. Le ultime due stagioni, cercando, malamente, di non non abbandonare lo spirito nativo della serie, fondano un universo narrativo parallelo che oltre a non avere nulla a che vedere con le due stagioni iniziali, vivono di un sostanziale e continuo no sense. Quest'ultima, ancor più della precedente, amplifica quel no sense, correndo nell'inutile e prolisso tentativo di incerottare il finale eticamente scomposto della terza stagione. L'unico elemento coriaceo (sin dai primi episodi) è a la colonna sonora sempre di primissimo livello.



**SPOILER**


L'altro elemento che non delude è il cast. Sin dalla prima stagione, e a maggior ragione in quest'ultima dove era "responsabile" di un sceneggiatura spesso delirante in salsa horror-thriller, il cast ha sempre mantenuto un livello rarissimo per un teen drama.


Di Tredici 4 dovrebbero esserci solo gli ultimi due episodi. Il ballo di fine anno e la morte di Justin restituisco con la giusta dose di nostalgia quell'atmosfera macchiata di Tredici. Un addio appassionato e commovente per una serie che nonostante abbia perso la bussola ormai da tempo, prova comunque a conservare nei minuti finali un po' del suo innegabile valore.



Seguici
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon

Tutti i marchi, loghi, sigle, brand, immagini non esplicitamente appartenenti a possibilia.it sono dei rispettivi proprietari.

 

È vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

©2017 www.possibilia.it - tutti i diritti sono riservati. 

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram