• Possibilia

Qui c'è un amore magrissimo

Aggiornato il: 6 apr 2018


Disegno degli amanti, Anonimo

I figli, la poesia, il vuoto. Il vuoto a perdere e il senso di colpa. Quando a volte vedi la fine prima dell’inizio. Quando spesso rubi un sorriso perché non sei sicuro del prossimo. Alla fine si fa quello che si può, se conosci il profumo della vostra pelle insieme. E forte decidi di urlare al cielo: Arrivederci! Arrivederci!

Poi torni a nasconderti dentro il tuo mondo, sperando che in un altro qualcuno scelga di ricordarti. Un giorno sarai padre e insegnerai ai tuoi figli in cosa sei fragile. E gli dirai che nello stesso mondo c’è un’altra persona a saperlo. E rimarrà il mascara a grumi, rimarranno pezzi d'anima - leggera - sopra un letto molto delicato.


È importante accorgersi quando si diventa grandi. Per sapere dove andare e non girare per strada e perdersi mentre si fa la spesa. Ma cercare qualcosa, anche quando non c’è più e capire di essere un vuoto a perdere. E so che lo vuoi cercare anche tu perché… perché il tempo cambia le persone. E chi se ne frega del tempo signori, io rimango qui. Dentro il letto di un’altra donna non cambierò i miei sogni, non cambierò i miei odori. Sarà la solitudine il prezzo della libertà. Mi sarai sempre vicina.

Lo sanno tutti: la cosa più difficile da fare è dormire insieme, per quanto il tempo passi e provi a trovare la posizione giusta. Soltanto al tramonto le due ombre possono abbracciarsi.


Al tramonto scrivere è molto bello. Sopratutto se scrivi su un foglio di carta: vedi l’ombra dell’inchiostro sbiadirsi sotto il tuo sguardo. Perché l’ombra è il grande segreto del tramonto. L’ ombra è il ricordo del tramonto e di tutte quelle che cose che hanno intenzione di finire. Ma l’ombra di questo amore rimarrà magrissima. Sottile, anche sotto l’inchiostro. La vedremo proiettata sui muri sporchi di sangue, sopra i tetti rotti del nostro futuro. L’ombra sarà lunga e magrissima, sarà testarda e strozzata. Sarà un sacco di cose, perché l’ombra, prima di tutto, è qualcosa di qualcun altro. E si collega alla notte, in uno dei suoi segreti. Perché, non ho ancora capito come, ma di notte sai chi, sai che cosa, sai dove. Ma soprattutto sai quanto.

E quindi penso: davvero riuscite a stare da questa parte del muro? Dove trovate l’energia e dove trovate la paura.

Comunque è inutile girarci attorno: nulla sarà come prima. Certo, le canzoni continuano a suonare e il barbone sotto questo ponte troverà il tempo per amare prima o poi. Ma ciò che finisce gode della struggente bellezza dei ricordi. Ciò che finisce permette i ricordi - e di questi, almeno per un po’, è possibile vivere.

Credetemi: seduto sulla tua poltrona per paura di cadere, qualche chitarra all’estremità dello stereo e poca poesia. Insomma: una vita tranquilla. Perché alla fine le cose si limitano ad esistere quando le guardiamo; dobbiamo smetterla di pensare che ci sia qualcosa che non conosciamo. Conosciamo tutto! Questo ci sta distruggendo.

Rimarrò con un brutto tatuaggio sulla spalla destra. Il colore sarà blu; la tonalità scura. Sul resto del corpo disegnerò i programmi per la mia vita, ascoltando, stanco, canzoni bluegrass. Tu fermami quando sarà il momento giusto. E prova a non smettere: continua ad amare il mio modo di sbagliare. Il nostro amore è magrissimo. Il nostro amore rimane magrissimo, in una bustina di zucchero.

Ed ora che succede? Dai, svegliati, ascolta almeno una canzone. Ti avevo detto di essere paziente, ti avevo detto di stare bene… e tutte queste battaglie. L’altra notte ho provato a sognare e ho visto degli angeli. Gli ho chiesto di mostrarmi le ali: volevo strapparle. Tanto loro vanno e vengono.

Spero davvero ci sia un prezzo per tutto questo. Caspita è tutto qui! Ti ho deluso?

Ogni amore sarà magrissimo, ogni amore sarà testardo. Il resto sarà ancora amore. E poi lo lascerete alle spalle, e ci dormirete sopra e rinascerete. Comunque io ve lo dico: di notte russavamo tutti e due. Perché rimarremo sopra una panchina verde scuro, immobili, come fantasmi, a guardare ciò che saremo. Ma rimarremo a questa panchina anche quando sarà ricoperta di polvere. E attorno sarà tutto vuoto. Ma non ti preoccupare, scoprirò il segreto. E lo userò al momento opportuno.

E dai non ridere, prendimi sul serio.

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
Seguici
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon

Tutti i marchi, loghi, sigle, brand, immagini non esplicitamente appartenenti a possibilia.it sono dei rispettivi proprietari.

 

È vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

©2017 www.possibilia.it - tutti i diritti sono riservati.