• Possibilia

Un romanzo contapassi. «La misura del tempo» di Gianrico Carofiglio



«Il mondo senza di noi prima di noi è una lunga fase preparatoria. Il mondo senza di noi dopo di noi invece è semplicemente il mondo senza di noi»



La misura del tempo - candidato al Premio Strega 2020 assieme tra gli altri ad Almarina (Einaudi 2019) e Tutto chiede salvezza (Mondadori 2019) - è un metronomo spazio temporale. La narrazione di Carofiglio, solida e collaudata, oscilla nell'intensità di una narrazione fluente, per certi versi torrenziale, necessaria. L'apprezzatissimo autore barese, sempre tra le fondamenta del tema della giustizia, si confronta, come in Le tre del mattino (Einaudi 2019), con una delle attrazioni/negazioni più rilevanti della storia della letteratura, dalla Recherche di Proust a L'ordine del tempo di Rovelli, ovvero il tempo.


L'avvocato Guerrieri e Lorenza diventano il terreno su cui miscelare la composizione temporale del romanzo: il primo immerso in un andirivieni diegetico che diventa la sostanza di un romanzo elastico, quasi circolare; la seconda aggrappata a quella fetta temporale che il romanzo tratta proprio come Agostino: il presente. Che anche in La misura del tempo non c'è. In questo senso Carofiglio ha costruito un romanzo che racconta del tempo mostrandone gli estremi, non il corpo. La corporeità, invece, è restituita dall'iter processuale. Insomma, Carofiglio ci dice cosa sia il lavoro di Guerrieri (e quello che era il suo da magistrato): un viaggio temporale, non alla ricerca dei fatti, ma di altro tempo. Il romanzo è un labirinto di passi, di direzioni che trovano nella nostalgia la loro miglior espressione.



La misura del tempo, come il saggio di Rovelli, regala la più importante tra le contro intuizione moderne: il tempo è tutt'altro che lineare.

Seguici
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon

Tutti i marchi, loghi, sigle, brand, immagini non esplicitamente appartenenti a possibilia.it sono dei rispettivi proprietari.

 

È vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

©2017 www.possibilia.it - tutti i diritti sono riservati. 

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram